Riparazione filettature

Per salutare i tuoi amici o semplicemente cazzeggiare anche su argomenti non strettamente legati al mondo della pesca.

Moderatori: Staff Seaspin, Staff Moderatori

Rispondi
Devon
Senior Member
Messaggi: 1857
Iscritto il: mer apr 05, 2006 3:43 pm
Località: Arezzo

Riparazione filettature

Messaggio da Devon » dom mag 17, 2009 3:55 pm

Ciao a tutti, posto qui perchè non saprei dove collocare l'argomento.
Volevo chiedere se qualcuno conosce un metodo semplice e veloce per riparare una filettatura rovinata dalla mia broccaggine :smt021
Avevo affrontato l'argomento tempo fa, ma non riesco più a trovarlo :(
Nello specifico trattasi della sede della vite del carter di manutenzione di un advantage, sciupata tempo fa e mai riparata seriamente (ho rimediato con una goccia di attack, ma il sistema, anche se efficace, non mi piace perchè non definitivo). Vorrei rispolverare il mulo e risolvere in modo semplice e pulito questo piccolo problemino.
Grazie a tutti per l'attenzione
Antonino

seabass
Senior Member
Messaggi: 427
Iscritto il: dom giu 26, 2005 6:46 pm
Località: PALERMO

Messaggio da seabass » dom mag 17, 2009 5:25 pm

l'unico modo di riparare una filettatura rovinata, e' quello di ripassarla con
un" maschio "dello stesso filetto, se hai un po' di dimestichezza con la meccanica vai in un buon ferramenta e vedi se riesce a consigliarti la misura adatta. Attento pero' che esistono "passi" diversi, cioè distanze tra i filetti diverse, è necessario che ti porti appresso il mulino e la vite.
ciao
Davide

Avatar utente
ellevu
Super Moderatore
Messaggi: 4852
Iscritto il: sab giu 04, 2005 8:51 pm
Località: Firenze_Arezzo

Messaggio da ellevu » dom mag 17, 2009 5:35 pm

L'unica soluzine efficace è quella di alesare il foro alla misura di filetto superiore e rifilettarlo con un maschio.

Ripassare con il maschiod ella stessa misura della vite spanata è solo un paliativo non risolutivo, perchè se il filetto è spanato non lo recuperi.

altrimenti fai come ho fatto il sullo stradic e cioè ci metti una vite autofilettante di quelle da legno. Le trovi a testa tonda con la croce, abbastanza simili. Si fa strada da sola e il risultato è efficace.


Ciao
_Lorenzo
Grattatio pallorum omnia mala fugat
_Collaboratore utopia Tackle_

Avatar utente
Armando
Senior Member
Messaggi: 4458
Iscritto il: mar giu 07, 2005 11:35 am
Località: Montichiari BS

Messaggio da Armando » lun mag 18, 2009 8:33 am

In una ferramenta fornita si possono trovare le filettature riportate Helicoil: si tratta di "spirali" che richiedono una riforatura a un diametro appena superiore al diametro di fondo del filetto e poi il passaggio di un maschio "dedicato". Quindi si inserisce la filettatura che è sostanzialmente una spirale in inox con sezione a losanga, che ingrana con l'esterno nel filetto maschiato e con la parte interna della sua sezione "ripristina" il vecchio filetto che era spanato.
La cosa si può fare anche con bussole filettate, ma questa soluzione occupa meno spazio radialmente.
(Così per info, dove lavoravo una volta si ripassavano in questo modo filetti "morti" anche in leghe leggere e in settore militare, e la cosa veniva accettata dato che il filetto che si ottiene ha più resistenza di quello originale)
Mi pare se ne fosse già parlato anche in un vecchio thread.

Devon
Senior Member
Messaggi: 1857
Iscritto il: mer apr 05, 2006 3:43 pm
Località: Arezzo

Messaggio da Devon » lun mag 18, 2009 11:15 am

Grazie a tutti delle info :smt023
Per armando, si, se ne era parlato, ma, non ricordando la chiave "helicoil", non sono riuscito a trovarlo :smt021 Grazie per aver postato nuovamente i consigli :grin:
Spero di riuscire a trovare un buon ferramenta attrezzato anche per eseguire il nuovo foro, altrimenti seguirò il consiglio di Lorenzo.
Ciao
Antonino

Devon
Senior Member
Messaggi: 1857
Iscritto il: mer apr 05, 2006 3:43 pm
Località: Arezzo

Messaggio da Devon » lun giu 15, 2009 11:44 am

Risolto e in modo pulito, come suggerito da Lorenzo e seabass: ho rifilettato con un maschio (li vendono in serie di 3 attorno ai 3 €, + 4 € il mandrino per eseguire la filettatura a mano), diametro leggermente superiore all'originale, la vite sembra quella di serie :grin:
Se qualcuno lo desidera faccio delle foto ai semplici utensili e le posto con qualche spiegazione.
Ho cercato la soluzione di Armando, ma non ho trovato ferramenta che la conoscesse (o forse la conoscevano ma non l'avevano a disposizione).
Grazie ancora a tutti :smt023
Antonino

Avatar utente
Lucignolo
Senior Member
Messaggi: 5618
Iscritto il: gio mar 01, 2007 2:05 pm
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Lucignolo » lun giu 15, 2009 12:39 pm

piccolissime dritte per chi di meccanica ne mastica poco...
il mandrino è detto "gira-maschi" perchè serve per girare i maschi :-D ;
i maschi nella scatolina sono 3 perchè non è possibile realizzare subito la maschiatura finale ma si deve fare per gradi...i maschi sono numerati dall'1 al 3...
Ricordarsi sempre di lubrificare il maschio (in OGNI situazione :smt005 :-D );
gurdare sulle tabelle il diametro della punta da usare per effettuare il foro a seconda della filettatura voluta....
Ricordarsi di "rompere il trucciolo" effettuando mezzo giro indietro per evitare di rompere il maschio...che è delicato...
Collaboratore CTS
http://italianrods.wordpress.com

Ale M junior
"il quasi è quella cosina impercettibile che solitamente manda a puttane un'altrimenti ottima idea" A.M. Senior

Devon
Senior Member
Messaggi: 1857
Iscritto il: mer apr 05, 2006 3:43 pm
Località: Arezzo

Messaggio da Devon » lun giu 15, 2009 2:46 pm

Lucignolo ha scritto:piccolissime dritte per chi di meccanica ne mastica poco...
il mandrino è detto "gira-maschi" perchè serve per girare i maschi :-D ;
i maschi nella scatolina sono 3 perchè non è possibile realizzare subito la maschiatura finale ma si deve fare per gradi...i maschi sono numerati dall'1 al 3...
Ricordarsi sempre di lubrificare il maschio (in OGNI situazione :smt005 :-D );
gurdare sulle tabelle il diametro della punta da usare per effettuare il foro a seconda della filettatura voluta....
Ricordarsi di "rompere il trucciolo" effettuando mezzo giro indietro per evitare di rompere il maschio...che è delicato...
Grazie ale del contributo tecnico :smt023
Non ho lubrificato il maschio, a ripensarci era meglio farlo... del resto il mulo aveva talmente tanto grasso e olio vecchio che la sede risultava già abbondantemnte lubrificata. Ho approfittato per lavare gli ingranaggi del grasso vecchio residuo (lavaggio con WD40), reingrassarli e oliare le parti in scorrimento. Mo il mulo è nuovo :smt023
Antonino

Avatar utente
Fabrizio
Senior Member
Messaggi: 1153
Iscritto il: sab giu 04, 2005 2:07 pm
Località: la spezia e dintorni...

Messaggio da Fabrizio » ven giu 19, 2009 12:17 pm

Lucignolo ha scritto: Ricordarsi sempre di lubrificare il maschio (in OGNI situazione :smt005 :-D );..
mi verrebbe facile una battuta... :smt005
... ma, parlando seriamente, consiglio lo spray RIDGID, aumenta il grip in modo veramente ottimo, perfetto anche come lubrificante per la foratura di materiali tosti (tipo inox) :smt023

Avatar utente
Lucignolo
Senior Member
Messaggi: 5618
Iscritto il: gio mar 01, 2007 2:05 pm
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Lucignolo » ven giu 19, 2009 12:20 pm

Fabrizio ha scritto:
Lucignolo ha scritto: Ricordarsi sempre di lubrificare il maschio (in OGNI situazione :smt005 :-D );..
mi verrebbe facile una battuta... :smt005
se l'unico che ha capito..... :smt005
Collaboratore CTS
http://italianrods.wordpress.com

Ale M junior
"il quasi è quella cosina impercettibile che solitamente manda a puttane un'altrimenti ottima idea" A.M. Senior

Avatar utente
Sandro 109
Senior Member
Messaggi: 1367
Iscritto il: dom giu 19, 2005 12:49 pm
Località: Varese

Messaggio da Sandro 109 » ven giu 19, 2009 12:32 pm

Lucignolo ha scritto:
Fabrizio ha scritto:
Lucignolo ha scritto: Ricordarsi sempre di lubrificare il maschio (in OGNI situazione :smt005 :-D );..
mi verrebbe facile una battuta... :smt005
se l'unico che ha capito..... :smt005
sarete in due ad avere lo stesso problema di davide??? lubrificare i maschi?! :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005
Sandro R+
thelunkerturner.blogspot.it
OTS POWER NEVER DIE!!!!
Diciamo che per i vecchi mestieranti come siamo noi FALCON RODS ha un altro sapore, ha quel retrogusto che ti soddisfa l'anima... Se hai una silver o una vecchia Low Rider puoi dire "io c'ero... da prima!" ||| La Falcon più cattiva e potente è quella che usi, in ogni momento, qualunque essa sia.

Avatar utente
Lucignolo
Senior Member
Messaggi: 5618
Iscritto il: gio mar 01, 2007 2:05 pm
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Lucignolo » ven giu 19, 2009 12:49 pm

Sandro 109 ha scritto:
Lucignolo ha scritto:
Fabrizio ha scritto: mi verrebbe facile una battuta... :smt005
se l'unico che ha capito..... :smt005
sarete in due ad avere lo stesso problema di davide??? lubrificare i maschi?! :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005
per "maschio" intendevo la parte che entra nella "femmina".

Sandro, non pensare sempre a culi e Davide :smt018
Collaboratore CTS
http://italianrods.wordpress.com

Ale M junior
"il quasi è quella cosina impercettibile che solitamente manda a puttane un'altrimenti ottima idea" A.M. Senior

Rispondi