La Consapevolezza

Per salutare i tuoi amici o semplicemente cazzeggiare anche su argomenti non strettamente legati al mondo della pesca.

Moderatori: Staff Seaspin, Staff Moderatori

Rispondi
Avatar utente
ellevu
Super Moderatore
Messaggi: 4852
Iscritto il: sab giu 04, 2005 8:51 pm
Località: Firenze_Arezzo

La Consapevolezza

Messaggio da ellevu » ven lug 22, 2005 11:09 am

Ciao,

Visto che abbiamo poco da raccontare (a parte qualcuno che ci martella con i serra!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:, vero EP?) io ripropongo un'argomento da psicospinning.


Che cosa è la consapevolezza nello spinning?

La consapevolezza è quella cosa che ti fa pescare con la convinzione di prendere pesce con un artificiale. Guardate che a pensarci bene la cosa non è così banale.
La distinguerei sottilmente dal senso dell'acqua perché quest'ultimo è un concetto più generale, che riguarda un po' tutte le pesche. Pescare con esche naturali è semplicemente sfruttare le doti di attrattività di quello che stiamo usando, siano essi vermi o pesci vivi/morti. Nello spinning l'unica attrazione sono il colore, il movimento e la forma, ma di queste tre la più importante è la seconda perché viene dal cuore. dico cuore e non mente, perché dal cuore vengono i migliori movimenti, la mente ti da solo l'input iniziale, gli impulsi standard.
Provate un attimo a pensare alle prime volte che siete andati a spinning e cercate di ricordare la sensazione che avevate, la vostra convinzione quando lanciavate il primo pescino.
La consapevolezza è la maturazione di pensare che quello che state lanciando ha la capacità di ingannare. Personalmente ho acquisito questa cosa solo recentemente, quando ho cominciato a frequentare amici che questa consapevolezza l'avevano già maturata.
Prima di allora le mie uscite a spinning non avevano altro scopo di farmi divertire, mi piaceva pescare e lanciare artificiali, lo spinning era un modo per pescare, non LA PESCA, e non avevo la convinzione che forse avrei potuto prendere qualcosa, stare al mare mi bastava.
Adesso quel qualcosa è cambiato e non lancio più a caso, non martello più il mare, mi piace più osservare e capire, poi scegliere "l'arma" giusta e colpire. Devo dire che i cappotti continuano ad esserci -e come potrebbe non essere- ma se adesso prendo un pesce ho la "consapevolezza" di averlo preso con "mestiere", di aver fatto la scelta giusta.


ciao :mrgreen:
_Lorenzo
Grattatio pallorum omnia mala fugat
_Collaboratore utopia Tackle_

oscar_flex
senior old forum
Messaggi: 1297
Iscritto il: sab giu 04, 2005 7:44 pm
Località: Latina

Messaggio da oscar_flex » ven lug 22, 2005 3:03 pm

:lol: :lol: :lol: La prossima volta ti BANNO :lol: :lol: :lol: :lol:
Qui moderiamo io e mattia e non vogliamo sape de roba da strizzacervelli :lol: :lol: :lol: .............. e soprattutto non volemo senti parla' de "cuore" :lol: soprattutto il socio cappotto nostro "CAPOVULVA" indiscusso :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
Massimo
Amministratore e Operatore Professionale Pesca Sportiva
Messaggi: 8386
Iscritto il: sab mag 28, 2005 3:52 pm
Località: Cagliari

Messaggio da Massimo » ven lug 22, 2005 3:09 pm

Sono un pò preoccupato il "capovulva" é scomparso, fagocitato da colei che può tutto o sotto le grinfie lavorative del padre?

Forse era meglio metterlo in un altro posto "psicospinning" :-D :-D :-D qui il moderatore abbaia!!!! :-D :-D :-D

Avatar utente
ellevu
Super Moderatore
Messaggi: 4852
Iscritto il: sab giu 04, 2005 8:51 pm
Località: Firenze_Arezzo

Messaggio da ellevu » ven lug 22, 2005 3:12 pm

oscar_flex ha scritto::lol: :lol: :lol: La prossima volta ti BANNO :lol: :lol: :lol: :lol:
Qui moderiamo io e mattia e non vogliamo sape de roba da strizzacervelli :lol: :lol: :lol: .............. e soprattutto non volemo senti parla' de "cuore" :lol: soprattutto il socio cappotto nostro "CAPOVULVA" indiscusso :lol: :lol: :lol:

Sei il solito buzzurro!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
_Lorenzo
Grattatio pallorum omnia mala fugat
_Collaboratore utopia Tackle_

Avatar utente
ullrich
Senior Member
Messaggi: 4252
Iscritto il: lun giu 06, 2005 9:20 am
Località: Roma

Messaggio da ullrich » mer lug 27, 2005 9:26 am

Si potrebbe dire l'Inconsapevole consapevolezza dell'essere, dove essere non sta per spinner non consapevole.
Ragionamenti profondi che meriterebbe ben altri spazi, vero Oscareee? :wink:
Se sei un maschio funziona così: ti siedi sulla tazza con il tuo vecchio amico fuori dai pantaloni. Si, insomma, il tuo bell'orsacchiottone paonazzo. Ci lavori un po' e lo fai mettere sull'attenti, dritto come un soldatino, dopodichè aspetti nel tuo stanzino di plastica e incroci le dita. Un po' come quando vai a pescare.
Se sei cattolico, la sensazione è la stessa che provi in un confessionale. L'attesa, lo sfogo , la redenzione.
Un po' come quando vai a pescare ma poi i pesci li ributti dentro. La cosidetta "pesca sportiva".
da "Soffocare" di Chuck Palahniuk

oscar_flex
senior old forum
Messaggi: 1297
Iscritto il: sab giu 04, 2005 7:44 pm
Località: Latina

Messaggio da oscar_flex » mer lug 27, 2005 2:35 pm

ullrich ha scritto:Si potrebbe dire l'Inconsapevole consapevolezza dell'essere, dove essere non sta per spinner non consapevole.
Ragionamenti profondi che meriterebbe ben altri spazi, vero Oscareee? :wink:
Tanto a me non mi capisce nessuno!!!!! :cry: :mrgreen:

Questo spinning profondo che capisco solo io nel mio animo :shock: :lol: sensazioni che non posso far trasparire perche nessuno mi crederebbe :cry: :mrgreen: ....... e ogni tanto nelle poche soste che faccio durante una battuta, li seduto sullo scoglio amico, quasi un confessore :shock: mi viene da pensare che e' meglio non pensare che sto anna' a pesca con pezzo de plastica colorato dai jap, altrimenti me vie' da pestammelo cor sasso da quanto me sembro pirla :mrgreen:

Avatar utente
quasar
Senior Member
Messaggi: 3039
Iscritto il: sab giu 11, 2005 8:25 pm
Località: Roma - Livorno - e dove capita
Contatta:

Messaggio da quasar » mer lug 27, 2005 2:39 pm

oscar_flex ha scritto:
Tanto a me non mi capisce nessuno!!!!! :cry: :mrgreen:
Povero cucciolotto de mamma tua......


...pirupirupirupirupirupirupiru....blblblbblblblblblbblblblblblbl....



























.................


MA VAI A LAVORARE!!!!!


:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Ciao, Andrea

Quella felpa non si trova: è lei che trova te.

Avatar utente
ullrich
Senior Member
Messaggi: 4252
Iscritto il: lun giu 06, 2005 9:20 am
Località: Roma

Messaggio da ullrich » gio lug 28, 2005 7:51 am

oscar_flex ha scritto:
ullrich ha scritto:Si potrebbe dire l'Inconsapevole consapevolezza dell'essere, dove essere non sta per spinner non consapevole.
Ragionamenti profondi che meriterebbe ben altri spazi, vero Oscareee? :wink:
Tanto a me non mi capisce nessuno!!!!! :cry: :mrgreen:

Questo spinning profondo che capisco solo io nel mio animo :shock: :lol: sensazioni che non posso far trasparire perche nessuno mi crederebbe :cry: :mrgreen: ....... e ogni tanto nelle poche soste che faccio durante una battuta, li seduto sullo scoglio amico, quasi un confessore :shock: mi viene da pensare che e' meglio non pensare che sto anna' a pesca con pezzo de plastica colorato dai jap, altrimenti me vie' da pestammelo cor sasso da quanto me sembro pirla :mrgreen:
La tua è la classica sindrome da Senso del Possesso Prealessandrino. Niente di grave, stai tranquillo. Si cura.
L'Io originario viene distolto dal suo peregrinare continuo e l'individuo si ritrova a parlare con lo Scoglio. Parlare con gli Scogli non è mica normale ed ancora meno normale che nemmeno lo Scoglio ci capisca. Ecco allora intervenire la consapevolezza cui fa riferimento Ellevu. La consapevolezza ci coccola, non è il senso dell'acqua, non è il culo. La consapevolezza è quella che ci fa tirare i pezzi di plastica in mare piuttosto che parlare con gli Scogli.

Capito giullare? :shock: 8)
Se sei un maschio funziona così: ti siedi sulla tazza con il tuo vecchio amico fuori dai pantaloni. Si, insomma, il tuo bell'orsacchiottone paonazzo. Ci lavori un po' e lo fai mettere sull'attenti, dritto come un soldatino, dopodichè aspetti nel tuo stanzino di plastica e incroci le dita. Un po' come quando vai a pescare.
Se sei cattolico, la sensazione è la stessa che provi in un confessionale. L'attesa, lo sfogo , la redenzione.
Un po' come quando vai a pescare ma poi i pesci li ributti dentro. La cosidetta "pesca sportiva".
da "Soffocare" di Chuck Palahniuk

Rispondi