Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Schede tecniche e recensioni prodotti a marchio Seaspin

Moderatori: Massimo, jackhunter, Staff Moderatori

Avatar utente
fedeselargius
Senior Member
Messaggi: 1043
Iscritto il: gio lug 29, 2010 1:46 am
Località: Selargius

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da fedeselargius » mar mag 07, 2013 6:26 pm

ci vorrebbe un bel close up sulla nuova...
Federico Murenu

Avatar utente
artiglio
Senior Member
Messaggi: 268
Iscritto il: ven mag 27, 2011 8:04 pm
Località: gonnosfanadiga (VS)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da artiglio » mar mag 07, 2013 7:43 pm

fedeselargius ha scritto:ci vorrebbe un bel close up sulla nuova...
straquoto :smt023 :smt026
Danilo

Avatar utente
pdv72
Staff Seaspin e Operatore Professionale Pesca Sportiva
Messaggi: 2702
Iscritto il: dom lug 03, 2005 4:48 pm
Località: Vecchiano (PI)
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da pdv72 » dom mag 12, 2013 7:58 pm

artiglio ha scritto:
fedeselargius ha scritto:ci vorrebbe un bel close up sulla nuova...
straquoto :smt023 :smt026
lo stiamo preparando :wink: :smt023
Francesco Paolini

Avatar utente
pdv72
Staff Seaspin e Operatore Professionale Pesca Sportiva
Messaggi: 2702
Iscritto il: dom lug 03, 2005 4:48 pm
Località: Vecchiano (PI)
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da pdv72 » dom mag 12, 2013 8:06 pm

Storm64 ha scritto:Mi piacerebbe sapere il peso della Labrax con gli anelli alconite e quella con gli anelli in titanio, e la differenza che avete notato in pesca tra le due, a parte naturalmente un minor affaticamento utilizzando quella con gli anelli in titanio. grazie
La differenza di peso tra una serie e l'altra è di circa 6/7 grammi, non così eccessiva da essere apprezzata evidentemente ma anche pochi grammi si fanno sentire sul bilanciameto, chiaramente questo dipende anche dal mulinello che ci viene montato !

Il vero vantaggio del titanio/sic e l'elasticità, l'inossidabilità e la dissipazione ottimale della pietra in SIC!
C'è da dire comunque che anche l'alconite cromato è un ottimo anello e il giusto compromesso ad un prezzo nettamente inferiore !!
Francesco Paolini

Avatar utente
Storm64
Senior Member
Messaggi: 309
Iscritto il: lun mar 07, 2011 4:57 pm
Località: Ostia (Rm)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Storm64 » sab mag 25, 2013 10:41 am

Mi era sfuggita la risposta, grazie Francesco.
Stefano

Le spigole sono come le donne, chi le capisce è bravo.

Seppo
Member
Messaggi: 100
Iscritto il: dom nov 13, 2011 9:56 pm
Località: Cavallino(Lecce)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Seppo » lun set 09, 2013 3:18 pm

Chi ha testato la new labrax è mai andato oltre il range di lancio dichiarato e se si di quanto? Grazie
Giuseppe

stambe
Staff Seaspin
Messaggi: 2383
Iscritto il: sab nov 29, 2008 5:25 pm
Località: isola dei nuraghe

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da stambe » lun set 09, 2013 9:00 pm

Seppo ha scritto:Chi ha testato la new labrax è mai andato oltre il range di lancio dichiarato e se si di quanto? Grazie
cosa vorresti lanciare? :-D
Massimo Pau
Staff Seaspin

sud ovest sardegna....

martellare sempre... sopratutto adesso che il cerchio è chiuso...


e quando il cerchio si chiuse aumentarono i cappotti................per gli altri.....

Seppo
Member
Messaggi: 100
Iscritto il: dom nov 13, 2011 9:56 pm
Località: Cavallino(Lecce)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Seppo » lun set 09, 2013 10:19 pm

L'ho appena acquistata e per insidiare le lampughe che mi saltavano a 30metri volevo lanciare miniketc (anche se solo per 1gr) o pro q 145 , ma non ho osato...
Giuseppe

Seppo
Member
Messaggi: 100
Iscritto il: dom nov 13, 2011 9:56 pm
Località: Cavallino(Lecce)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Seppo » lun set 09, 2013 10:23 pm

Comunque bellissima canna, mi trovo bene nel gestire il resto degli artificiali che rientrano nel suo range d'azione.
Giuseppe

stambe
Staff Seaspin
Messaggi: 2383
Iscritto il: sab nov 29, 2008 5:25 pm
Località: isola dei nuraghe

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da stambe » lun set 09, 2013 10:43 pm

il proq 145 lo spara moooolto lontano, :smt023 il mini ketc nemmeno lo sente :wink:
Massimo Pau
Staff Seaspin

sud ovest sardegna....

martellare sempre... sopratutto adesso che il cerchio è chiuso...


e quando il cerchio si chiuse aumentarono i cappotti................per gli altri.....

Seppo
Member
Messaggi: 100
Iscritto il: dom nov 13, 2011 9:56 pm
Località: Cavallino(Lecce)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Seppo » mar set 10, 2013 12:16 am

Grazie Massimo,quindi è una canna sottostimata da quel che mi dici, proverò in settimana
Giuseppe

Avatar utente
PHOBIOSPIN
Senior Member
Messaggi: 1205
Iscritto il: gio lug 07, 2011 10:13 am
Località: SARDEGNA

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da PHOBIOSPIN » mar set 10, 2013 9:10 am

stambe ha scritto:
cosa vorresti lanciare? :-D
:smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 uhauhauhauhauhauhauhauhauha!!!!!

massi l'ha testata con i blocchetti in cemento armato !!!!!
FABIO FRAU

"Dai un pesce ad un uomo e gli darai da mangiare per un giorno. Insegna a un uomo a pescare e ti libererai di lui ogni week-end"

stambe
Staff Seaspin
Messaggi: 2383
Iscritto il: sab nov 29, 2008 5:25 pm
Località: isola dei nuraghe

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da stambe » mar set 10, 2013 9:48 am

PHOBIOSPIN ha scritto:
stambe ha scritto:
cosa vorresti lanciare? :-D
:smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 uhauhauhauhauhauhauhauhauha!!!!!

massi l'ha testata con i blocchetti in cemento armato !!!!!
Blocchetti no, ma mi sono spinto un po oltre il suo range :smt005
Massimo Pau
Staff Seaspin

sud ovest sardegna....

martellare sempre... sopratutto adesso che il cerchio è chiuso...


e quando il cerchio si chiuse aumentarono i cappotti................per gli altri.....

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mar set 10, 2013 9:55 am

stambe ha scritto:
PHOBIOSPIN ha scritto:
stambe ha scritto:
cosa vorresti lanciare? :-D
:smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 :smt005 uhauhauhauhauhauhauhauhauha!!!!!

massi l'ha testata con i blocchetti in cemento armato !!!!!
Blocchetti no, ma mi sono spinto un po oltre il suo range :smt005

Ciao Massimo una domanda. Non ritieni che le canne, tutte non solo la Labrax, a lungo andare risentano di un utilizzo con artificiali sopra il proprio range? In soldoni che ci sia una sorta di sfibramento, passatemi il termine non tecnico o l'eventuale cazzata :-D , del carbonio?. Ciao
Enrico

Avatar utente
mimmus
Moderatore
Messaggi: 9268
Iscritto il: mar gen 08, 2008 6:11 pm
Località: Calabria

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da mimmus » mar set 10, 2013 10:45 am

EnricoC ha scritto: una domanda. Non ritieni che le canne, tutte non solo la Labrax, a lungo andare risentano di un utilizzo con artificiali sopra il proprio range? In soldoni che ci sia una sorta di sfibramento, passatemi il termine non tecnico o l'eventuale cazzata :-D , del carbonio?. Ciao
Per quello che so, il "carbonio" (ovvero il mix di fibre e resine con cui son fatte le nostre canne da pesca) non è soggetto a "fatica".
Credo che la sensazione di "smollamento" che attribuiamo alle canne dopo un periodo di utilizzo sia frutto più che altro della nostra abitudine all'attrezzo.
Mimmo Viggiani

"Non sono malato e non sono morto anche se mi hanno ucciso molte volte"

stambe
Staff Seaspin
Messaggi: 2383
Iscritto il: sab nov 29, 2008 5:25 pm
Località: isola dei nuraghe

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da stambe » mar set 10, 2013 11:27 am

Ciao Enrico, a parer mio no. Ti faccio un esempio, la mia Falcon dopo anni lanciando ketc e Popper oltre i 40g è ancora bella vispa :-D
Ho provato in tutti i modi a farla morire in battaglia, sia Con pesci che lanciando, ma ancora tiene :wink:
La labrax ha intrapreso la stessa carriera, vediamo cosa succederà.
Logicamente sconsiglio di andare oltre il suo range se non ve la sentite. Comunque sia una delle più belle all round provate :smt038
Massimo Pau
Staff Seaspin

sud ovest sardegna....

martellare sempre... sopratutto adesso che il cerchio è chiuso...


e quando il cerchio si chiuse aumentarono i cappotti................per gli altri.....

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mar set 10, 2013 11:40 am

Sulla qualità nessun dubbio, infatti il discorso era generale.
Tirando le somme, quindi da quello che ho capito
mimmus ha scritto:
EnricoC ha scritto: una domanda. Non ritieni che le canne, tutte non solo la Labrax, a lungo andare risentano di un utilizzo con artificiali sopra il proprio range? In soldoni che ci sia una sorta di sfibramento, passatemi il termine non tecnico o l'eventuale cazzata :-D , del carbonio?. Ciao
Per quello che so, il "carbonio" (ovvero il mix di fibre e resine con cui son fatte le nostre canne da pesca) non è soggetto a "fatica".
Credo che la sensazione di "smollamento" che attribuiamo alle canne dopo un periodo di utilizzo sia frutto più che altro della nostra abitudine all'attrezzo.
o si spezzano direttamente nel lancio o altrimenti nessun problema per usura nel tempo.
Grazie a entrambi ciao :smt023
Enrico

Avatar utente
fedeselargius
Senior Member
Messaggi: 1043
Iscritto il: gio lug 29, 2010 1:46 am
Località: Selargius

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da fedeselargius » mar set 10, 2013 12:00 pm

mimmus ha scritto:
EnricoC ha scritto: una domanda. Non ritieni che le canne, tutte non solo la Labrax, a lungo andare risentano di un utilizzo con artificiali sopra il proprio range? In soldoni che ci sia una sorta di sfibramento, passatemi il termine non tecnico o l'eventuale cazzata :-D , del carbonio?. Ciao
Per quello che so, il "carbonio" (ovvero il mix di fibre e resine con cui son fatte le nostre canne da pesca) non è soggetto a "fatica".
Credo che la sensazione di "smollamento" che attribuiamo alle canne dopo un periodo di utilizzo sia frutto più che altro della nostra abitudine all'attrezzo.
Uno spinner che conosco dopo aver combattuto una leccia con una falcon bucoo da 5/8 o da 3/4 (non ricordo esattamente) ha cambiato canna perchè questa " è diventata mollacciona" da quello che dice lui. E anche un altro utente di questo forum se non erro sempre con una leccia ha "sfibrato" una shimano.
Sono solo loro vaneggi? :smt102 :smt102 :smt102
Federico Murenu

Avatar utente
Frank
Senior Member
Messaggi: 2272
Iscritto il: lun dic 18, 2006 9:16 am
Località: Cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Frank » mar set 10, 2013 12:11 pm

Per esperienza personale (di conseguenza può essere sbagliata) col passare del tempo le canne, specie se usate al di là delle loro tare, subiscono un leggero ammorbidimento. Mi ricordo di aver avuto una premier 3/4 oz. che dopo circa un anno era diventata molto più morbida di quando era nuova.
Non vorrei che dipendesse dal fatto che magari oltre al carbonio vi siano delle resine che con l'utilizzo tendono a deteriorarsi.
Poi magari mi sbaglio ma la sensazione era quella
Frank
Pro-Stata Spinning Club

Avatar utente
LUCA
Senior Member
Messaggi: 1853
Iscritto il: lun giu 06, 2005 8:17 am
Località: san sperate (CA)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da LUCA » mar set 10, 2013 12:27 pm

...a mio modesto parere non esistono materiali o meglio, materiali assemblati, che mantengono inalterati le loro caratteristiche. Quindi credo che neppure le canne possano mantenere inalterate le loro caratteristiche nel tempo, anche col normale utilizzo.
Luca

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mar set 10, 2013 1:11 pm

Tirando nuovamente le somme non sappiamo, o almeno ci sono molti dubbi :?:, su cosa succeda veramente alle canne a seguito di un utilizzo, diciamo, fuori norma :smt102 .
Io basandomi semplicemente sull'intuito, e non su conoscenza tecniche, avrei sicuramente detto che un uso anomalo di una canna non può che portare ad una sua usura precoce, fino all'estremo della rottura. Da qui nasceva la domanda. Ma da quello che si è capito le opinioni non sono tutte uguali. Forse qualche assemblatore potrebbe darci una mano a capire, anche per comportarci in maniera adeguata :smt100
Enrico

Avatar utente
Big Monkey
Member
Messaggi: 97
Iscritto il: gio mar 27, 2008 7:32 pm
Località: Narcao Blues

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Big Monkey » mar set 10, 2013 1:40 pm

Anche io penso sia improbabile che i grezzi possano mantenere inalterate le loro caratteristiche nel tempo, la differenza è che magari questi "ammorbidimenti" possono essere più sensibili in alcuni moduli di carbonio rispetto ad altri. Ho canne che in 10 anni mi pare non siano cambiate di una virgola ed altre che dopo un solo anno di utilizzo trovo effettivamente un po' più morbide...quasi come se avessero accusato una sorta di fase di assestamento delle fibre.
Poi è chiaro che sollecitando la canna molto oltre il proprio range aumenta il rischio di sfibrarla, non è detto che accada ma si rischia...trovare il limite sta nella sensibilità di chi lancia
Marco

Avatar utente
mimmus
Moderatore
Messaggi: 9268
Iscritto il: mar gen 08, 2008 6:11 pm
Località: Calabria

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da mimmus » mar set 10, 2013 2:08 pm

Aspettate l'intervento di Pierluigi, lui ne sa più di noi altri :wink:

Io so che i compositi in fibra di carbonio hanno una resistenza alla fatica "pressoché indipendente dal numero di cicli di applicazione del carico". Leggetevi questo, se ne avete voglia:
http://imechanica.org/files/Cap9.pdf

Di certo, chi afferma di avere "smollato" una canna (con una cattura, poi...), esagera :smt018
Mimmo Viggiani

"Non sono malato e non sono morto anche se mi hanno ucciso molte volte"

Avatar utente
fedeselargius
Senior Member
Messaggi: 1043
Iscritto il: gio lug 29, 2010 1:46 am
Località: Selargius

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da fedeselargius » mar set 10, 2013 4:36 pm

mimmus ha scritto:Aspettate l'intervento di Pierluigi, lui ne sa più di noi altri :wink:

Io so che i compositi in fibra di carbonio hanno una resistenza alla fatica "pressoché indipendente dal numero di cicli di applicazione del carico". Leggetevi questo, se ne avete voglia:
http://imechanica.org/files/Cap9.pdf

Di certo, chi afferma di avere "smollato" una canna (con una cattura, poi...), esagera :smt018
Per quanto riguarda il fatto della singola cattura sono scettico anche io anche se è una cosa che riportano in molti. Per il link che hai postato tu, non voglio dire una cazzata, anche perchè l'ho letto ma ho il cervello cotto per altre letture ma mi sembra di capire che la resistenza alla fatica indipendente dai carichi di applicazione si ha a fatica longitudinale. Non so come vengano applicati i carichi di fatica a una canna che lancia, ma nel caso di sollecitazioni trasversali il testo credo che dica ,in soldoni, che un danneggiamento si può avere anche con un cambiamento di rigidà a seguito di sovraccarichi.

CREDO di aver capito questo, aspetto il parere di qualcuno che ci illumini :grin:
Federico Murenu

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mar set 10, 2013 4:48 pm

fedeselargius ha scritto:
mimmus ha scritto:Aspettate l'intervento di Pierluigi, lui ne sa più di noi altri :wink:

Io so che i compositi in fibra di carbonio hanno una resistenza alla fatica "pressoché indipendente dal numero di cicli di applicazione del carico". Leggetevi questo, se ne avete voglia:
http://imechanica.org/files/Cap9.pdf

Di certo, chi afferma di avere "smollato" una canna (con una cattura, poi...), esagera :smt018
Per quanto riguarda il fatto della singola cattura sono scettico anche io anche se è una cosa che riportano in molti. Per il link che hai postato tu, non voglio dire una cazzata, anche perchè l'ho letto ma ho il cervello cotto per altre letture ma mi sembra di capire che la resistenza alla fatica indipendente dai carichi di applicazione si ha a fatica longitudinale. Non so come vengano applicati i carichi di fatica a una canna che lancia, ma nel caso di sollecitazioni trasversali il testo credo che dica ,in soldoni, che un danneggiamento si può avere anche con un cambiamento di rigidà a seguito di sovraccarichi.

CREDO di aver capito questo, aspetto il parere di qualcuno che ci illumini :grin:

Detto questo penso che rinuncerò in partenza a leggere l'articolo. :smt098 . Aspetto che qualcuno mi illumini.
Enrico

Avatar utente
Pierluigi
Operatore pesca sportiva
Messaggi: 3290
Iscritto il: gio ott 26, 2006 11:56 am
Località: Catanzaro
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Pierluigi » mar set 10, 2013 9:58 pm

Rispondo io, ma nello staff esistono fior di tecnici e ingegneri che potrebbero farlo meglio di me.
C'è già stata una lunga discussione diversi anni fa proprio su questo punto.
In poche parole, il grezzo è fatto con un materiale composito ottenuto dall'unione delle fibre di cabonio e della resina che fa da matrice.
- Le fibre di carbonio assumono un comportamento definito "fragile" in termini tecnici, ossia il limite di rottura arriva prima del limite di snervamento. In altre parole si rompono prima di snervarsi
- La matrice in resina ha un comportamento plastico che presenta snervamento.
Il risultato finale dipende molto dalle qualità dei 2 elementi e dalle % in cui sono utilizzati per ottenere il composito.

Il composito di carbonio dei grezzi è difficile presenti snervamento e, se ciò dovesse accadere, succede probabilmente per decadimento delle caratteristiche della resina oppure per dei microscollamenti tra fibre e matrice che non fa lavorare il materiale come dovrebbe.
Con i materiali attuali e l'evoluzione che recentemente ha avuto lo studio delle resine la prima ipotesi è difficilmente verificabile. Anche la seconda è molto rara e si sarebbe comunque in prossimità di una imminente rottura.
Una cosa che molti non considerano, è che una canna ipoteticamente snervata, dovrebbe mostrare una deformazione residua, cosa, attualmente, che non si verifica mai (in passato si e le canne restavano piegate!!!).
So di test per verificare proprio questo parametro nelle canne da pesca e si è verificato che inizia a vedersi qualcosa assimilabile a uno snervamento solo dopo 10.000.000 (dieci milioni) di cicli di sforzo, cosa irrealizzabile nella vita di una canna da pesca.

PS: a tal proposito è bene ricordare che ciò che è definita una rottura a fatica è un cedimento che avviene con uno stress inferiore alla resistenza del materiale ma ripetuto per un numero elevatissimo di cicli.
"che cos'è il genio?...è fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione..." (Amici miei)
G.Loomis Pro Staff
http://www.fishwithgloomis.it

Avatar utente
mimmus
Moderatore
Messaggi: 9268
Iscritto il: mar gen 08, 2008 6:11 pm
Località: Calabria

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da mimmus » mer set 11, 2013 7:34 am

C.V.D. :smt023
Mimmo Viggiani

"Non sono malato e non sono morto anche se mi hanno ucciso molte volte"

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mer set 11, 2013 7:53 am

EnricoC ha scritto:Sulla qualità nessun dubbio, infatti il discorso era generale.
Tirando le somme, quindi da quello che ho capito
mimmus ha scritto:
EnricoC ha scritto: una domanda. Non ritieni che le canne, tutte non solo la Labrax, a lungo andare risentano di un utilizzo con artificiali sopra il proprio range? In soldoni che ci sia una sorta di sfibramento, passatemi il termine non tecnico o l'eventuale cazzata :-D , del carbonio?. Ciao
Per quello che so, il "carbonio" (ovvero il mix di fibre e resine con cui son fatte le nostre canne da pesca) non è soggetto a "fatica".
Credo che la sensazione di "smollamento" che attribuiamo alle canne dopo un periodo di utilizzo sia frutto più che altro della nostra abitudine all'attrezzo.
o si spezzano direttamente nel lancio o altrimenti nessun problema per usura nel tempo.
Grazie a entrambi ciao :smt023

Da quello che ho capito, sempre da profano e anche un po ignorantello in questioni diciamo tecniche :-D , la sostanza sembra quella detta su. E' più "probabile", nei limiti detti, che da un uso "scorretto" si determini una rottura immediata mentre una rottura da usura rientrerebbe tra gli eventi quasi impossibili. Allora mi chiedo, se Pierluigi o chiunque mi può rispondere :smt055 , il range di lancio indicato è molto, molto approssimativo o si riferisce anche al range di "capacità di gestione" degli artificiali? Grazie ma l'argomento mi incuriosisce.
Enrico

Avatar utente
Pierluigi
Operatore pesca sportiva
Messaggi: 3290
Iscritto il: gio ott 26, 2006 11:56 am
Località: Catanzaro
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Pierluigi » mer set 11, 2013 11:33 am

Rispondo perchè chiamato in causa, ma credo che l'argomento sia OT.
Il succo è che non è possibile generalizzare.
Il fatto che le canne risentano poco dello stress da fatica, non autorizza sistematicamente a sovraccaricarle. Una cosa è usarle col 5-10% in più del range, un'altra con il 50-60% in più o anche oltre.
In questi casi non si parla quasi più di fatica perchè si tende ai valori limite di resistenza e quindi la canna può cedere anche dopo un certo periodo. Non è vero, infatti che le canne si rompono subito o non si rompono più!
Ci sono canne che hanno indicazioni per una tecnica che riescono ad essere portate oltre al limite molto più rispetto a modelli studiato per fare altro. Esempio tipico è la grossa differenza di C.W. tra canne da mare e canne da bass anche di una stessa ditta.

Il parametro di sovraccarico non può, inoltre, essere calcolato perchè ogni grezzo ha una sua catalogazione precisa e assolutamente soggettiva. Due marchi differenti che dichiarano potenza di lancio di 1oz possono produrre attrezzi con resistenze e concetti molto diversi che stanno alla base del prodotto. Quindi per il prodotto X sarà normale tollerare un sovraccarico importante e per il prodotto Y ciò è assolutamente sconsigliabile. In questo non sto dando giudizi sul fatto che una sia meglio o peggio, eh: è così e ci si deve regolare di volta in volta. :smt023
"che cos'è il genio?...è fantasia, intuizione, decisione e velocità d'esecuzione..." (Amici miei)
G.Loomis Pro Staff
http://www.fishwithgloomis.it

EnricoC
Senior Member
Messaggi: 408
Iscritto il: sab lug 17, 2010 9:15 am
Località: cagliari

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da EnricoC » mer set 11, 2013 11:58 am

Grazie Pierluigi, e scusate per l'OT
Enrico

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » lun ott 28, 2013 8:28 pm

La mia cara vecchia amica labrax una foto così se la meritava...anche stavolta non ha ceduto, ce l'aveva anche quasi fatta ma è andata male...andrà meglio al quinto tentativo :-D
Piega in carpenter style :cool:
Immagine
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
Simone F
Senior Member
Messaggi: 3790
Iscritto il: mar dic 25, 2007 10:28 pm
Località: Roma

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Simone F » mar ott 29, 2013 10:04 am

Te sempre con la canna "sbagliata" li allami eh? :grin:
Simone, il più figo di tutti a montare le canne sancruà, ciabatta blu e irbudellodisumà

http://www.madspin.biz

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » mar ott 29, 2013 10:26 am

stavolta è stato davvero un caso, peccato però, ce l'avevamo quasi fatta, s'è rotto il terminale quando era a galla a 10 metri da poppa.
per la cronaca, leppa 22 con ancoretta del 4 st 56 e jack clip da 25 lb su finale del 40 :-D
E sul portacanne avevo in serie: Carpenter 84/25PM con stella 10000, Carpenter 80/40PM con stella 20000, Katzura mera con stella 8000....mi sembra giusto che abbia mangiato sulla labrax mentre giocavo a light jigging con tombarelletti senza nessun segnale. :smt005
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
pescandrea
Senior Member
Messaggi: 396
Iscritto il: gio giu 18, 2009 3:08 pm
Località: Acilia - Roma

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da pescandrea » mar ott 29, 2013 10:43 am

Grande Andrea! :-D
È sempre così... uno va in guerra col bazooka... e poi affronta il nemico con una fionda! :lol:

Senti... ma i jack da 25 libbre sono una tua esclusiva? :-D
Credo fosse da 20, al massimo 35, giusto? :smt005

Comunque caro nonno...avrai vissuto dei momenti favolosi, lo potrai raccontare ai nipotini! :wink:
Pochi sono gli uomini che possono dare del tu al Mare... Quei pochi non glielo danno.

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » mar ott 29, 2013 10:44 am

20, 25 fa lo stesso, insomma una clippettina da ragazzi :-D
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
LurKer
Senior Member
Messaggi: 3235
Iscritto il: sab giu 04, 2005 9:51 pm
Località: Roma

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da LurKer » mar ott 29, 2013 2:15 pm

il nonno ha scritto:stavolta è stato davvero un caso, peccato però, ce l'avevamo quasi fatta, s'è rotto il terminale quando era a galla a 10 metri da poppa.
per la cronaca, leppa 22 con ancoretta del 4 st 56 e jack clip da 25 lb su finale del 40 :-D
E sul portacanne avevo in serie: Carpenter 84/25PM con stella 10000, Carpenter 80/40PM con stella 20000, Katzura mera con stella 8000....mi sembra giusto che abbia mangiato sulla labrax mentre giocavo a light jigging con tombarelletti senza nessun segnale. :smt005
la prox volta che vai, fammelo sapere che avverto qualche amico bisognoso :-D
Giorgio Barduani

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » mar ott 29, 2013 3:02 pm

LurKer ha scritto:la prox volta che vai, fammelo sapere che avverto qualche amico bisognoso :-D
tutta gentaglia quella...i romani, brutta gente :smt005
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
Simone F
Senior Member
Messaggi: 3790
Iscritto il: mar dic 25, 2007 10:28 pm
Località: Roma

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Simone F » mer ott 30, 2013 9:35 am

il nonno ha scritto:
LurKer ha scritto:la prox volta che vai, fammelo sapere che avverto qualche amico bisognoso :-D
tutta gentaglia quella...i romani, brutta gente :smt005
Confermo, hai proprio ragione :smt005
Simone, il più figo di tutti a montare le canne sancruà, ciabatta blu e irbudellodisumà

http://www.madspin.biz

Avatar utente
robi cat
Senior Member
Messaggi: 235
Iscritto il: mar giu 21, 2011 6:27 pm
Località: Grosseto-Terni

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da robi cat » gio ott 31, 2013 10:02 am

il nonno ha scritto: Immagine
Fantasticaaaaaaaaaaaa :smt039
Roberto


"... il mare non si cura dei problemi dell'uomo, semmai riflette i suoi tormenti"

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » gio ott 31, 2013 12:59 pm

tiè guarda anche quest'altra :smt005
Immagine
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
linus
Senior Member
Messaggi: 2688
Iscritto il: mer giu 20, 2007 5:11 pm
Località: UDINE(FRIULI)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da linus » gio ott 31, 2013 1:57 pm

non c'hai il fisico Andrea..torna a darti alle spigolette come me :lol:
Fulmini e Grandine HardcoreSpinningTeam

what you are doing now IS the future. It is YOUR responsibility.

Sabele

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » gio ott 31, 2013 6:09 pm

sei una pippa, io il fisico me lo faccio nella mia palestra in mezzo al mare, non dentro canali puzzoni :-D
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
paolocanti
Senior Member
Messaggi: 1211
Iscritto il: gio nov 03, 2005 10:26 am
Località: Lanzarote-Spagna

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da paolocanti » ven nov 01, 2013 2:17 pm

Grande Nonno!!! Foto vagamente erotica ma soprattutto eroica e complimenti per la barca...finalmente! :smt023
Once you were tethered, now you are free, that was the river....this is the sea!
(The Waterboys - This is the sea)

...not to mention fishing poles
(Van Morrison - And it stoned me)

Avatar utente
linus
Senior Member
Messaggi: 2688
Iscritto il: mer giu 20, 2007 5:11 pm
Località: UDINE(FRIULI)

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da linus » ven nov 01, 2013 5:18 pm

il nonno ha scritto:sei una pippa, io il fisico me lo faccio nella mia palestra in mezzo al mare, non dentro canali puzzoni :-D
ma che vuoi palestrare che avrò avuto la frizione più chiusa io con la spigoletta che tu col fondo del mare lì in foto :lol:

la stai sfruttando per bene sta barca eh! :smt024
Fulmini e Grandine HardcoreSpinningTeam

what you are doing now IS the future. It is YOUR responsibility.

Sabele

Avatar utente
cuty
Staff Seaspin
Messaggi: 1983
Iscritto il: mar giu 07, 2005 10:07 pm
Località: Cervignano del Friuli

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da cuty » ven nov 01, 2013 8:46 pm

Caro Andrea .... mi sa che una volta o l'altra ti troverai in barca una rappresentanza friulana che ti farà vedere come si fa !! Sul COSA si fa come ........ ti lasciamo il dubbio :smt005 :smt005 :smt005


Bella piega :smt118
Gianfranco "Cuty" Bidut

Staff Seaspin

Devon
Senior Member
Messaggi: 1857
Iscritto il: mer apr 05, 2006 3:43 pm
Località: Arezzo

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Devon » sab nov 02, 2013 10:44 am

Il nonno è il nonno e la labrax... per quella bastano le foto :smt023
Grande Andrea! Hai la passione nel sangue :smt023
Però la prossima volta quella piega la fai vedere con la 80/40 :wink:
Antonino

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » lun nov 04, 2013 8:52 am

paolocanti ha scritto:Grande Nonno!!! Foto vagamente erotica ma soprattutto eroica e complimenti per la barca...finalmente! :smt023
le risate erano per quello, avevo un tonno in canna (allamato per giunta a caso) ma ci stavamo scompisciando per la postura abbastanza compromettente :smt005 :smt005
La labrax se non si è rotta stavolta non si rompe più, l'unico modo per provare ad alzarlo era mettere la mano sulla bobina e buttarsi indietro cl corpo per andare oltre alla potenza del fusto....ha pure funzionato, peccato solo non essere riusctiti a vederlo, avrebbe potuto rompere in ogni momento, ma oramai era salito ed era bollito a pochi metri, peccato anche che con il sole non si è riusciti a vederlo.
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
il nonno
Senior Member
Messaggi: 3243
Iscritto il: lun gen 07, 2008 1:11 pm
Località: Grosseto
Contatta:

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da il nonno » lun nov 04, 2013 8:53 am

cuty ha scritto:Caro Andrea .... mi sa che una volta o l'altra ti troverai in barca una rappresentanza friulana che ti farà vedere come si fa !! Sul COSA si fa come ........ ti lasciamo il dubbio :smt005 :smt005 :smt005
Quando volete, sapete che se possibile sono sempre a disposizione :smt023 (per fare cosa però non fatevi strane idee :smt005 )
Andrea
...Basta, per oggi basta così, il mare è generoso per chi lo rispetta, per chi lo vive dentro, per chi ne sa cogliere il significato....Francesco.

Album Flickr http://www.flickr.com/photos/103224765@N06/
Collaboratore Seaspin e DUO

Avatar utente
cuty
Staff Seaspin
Messaggi: 1983
Iscritto il: mar giu 07, 2005 10:07 pm
Località: Cervignano del Friuli

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da cuty » lun nov 04, 2013 1:28 pm

:-D :-D :-D


:smt038 :smt039
Gianfranco "Cuty" Bidut

Staff Seaspin

Avatar utente
Pellicano
Senior Member
Messaggi: 5753
Iscritto il: mar ago 23, 2005 3:07 pm

Re: Close-up canne: Seaspin Med Rod "LABRAX"

Messaggio da Pellicano » gio nov 21, 2013 1:29 pm

Anche se non si tratta di Labrax la famiglia G.Loomis/Edge-Seaspin è la stessa .

Ho avuto il privilegio di portare a pesca la più piccola della serie presentata all'ultimo Efftex a Vienna .

Si tratta di una 6'9" , 6-12 lb , 1/16-1/2 in HM power Medium Light .

Provata sulle mangianze di tombarelli belli grossi , pesci che riescono a impegnare anche canne molto più potenti, ma era mia intenzione portarla al limite più che provarla con varie tipologie di artificiali , quando ci sono i pesci non mi va di fare esperimenti , quindi ho usato quasi esclusivamente solo metal jig intorno ai 20 gr .

Per l'occasione l'ho abbinata a uno Stella 2500FA caricato con un 10 lb e finale dello 0,30 , l'insieme è risultato gradevole e proporzionato .

L'impressione è stata ottima sia in fase di lancio dove rispetto alle vecche e care Spin Jig si riesce a caricare l'attrezzo con enorme facilità e facendo svariati metri in piu , altrettanto positiva con il pesce in canna , pesci che tendono a puntare sotto l'imbarcazione mettendo in difficoltà il pescatore e gli attrezzi , in questo l'azione progressiva del fusto riesce ad assecondare i capricci della preda facilitando il tutto .

Un paio di foto tanto per rendere l'idea e speriamo che ce ne siano presto in commercio , perchè questa non me la faccio mancare . :lol: :lol: :lol:


Immagine

Immagine


Immagine


Nella stessa sessione di pesca Enzo ha provato la 2 1/4 , posto un paio di foto e semmai sarà Lui a scrivere due righe .

Immagine

Immagine
Paolo Lauri
Ex moderatore forum Seaspin .

Nuntio vobis gaudum magnum.... :-D :-D :-D :-D ( ellevu )

Rispondi